Il saluto del nuovo PCC Eddi Frezza

Care Socie, Cari Soci,

è per me un Onore essere stato eletto Presidente del Consiglio dei Governatori. Il mio impegno sarà quello di affrontare assieme a tutti i Governatori questa importante sfida, nella piena consapevolezza che il compito che ci attende chiede abnegazione e spirito di sacrificio incondizionati.

Gli ultimi anni sono stati difficili causa pandemia che a più riprese ci ha prima impedito e poi rallentato le normali attività di club, di distretto e di multidistretto. 

Alla pandemia si sono aggiunte altre tragedie sociali, dall’Afghanistan alla guerra in Ucraina; quest’ultima sta portando dietro di sé un’economia devastata e una umanità sofferente che condizionerà non solo il presente, ma anche il nostro futuro prossimo.

Ci troviamo pertanto ad operare in uno scenario diverso da quello in cui eravamo abituati.

L’anno lionistico appena trascorso ci ha trovati pronti, con risposte concrete ai bisogni di tutti, specialmente per la popolazione ucraina, con una considerevole raccolta fondi attraverso la LCIF e lo svolgimento di una infinità di service.

Oggi siamo chiamati a proseguire questo percorso per consolidare il Lionismo in Italia, per rafforzare la nostra presenza nei territori dando risposte che noi Lions abbiamo sempre dimostrato di saper dare.

Dobbiamo essere orgogliosi di fare parte di questa Associazione. Essere Lions significa avere un forte senso di appartenenza, essere consapevoli di chi siamo, consci di fare parte di una grande famiglia, di un sodalizio che ha nella sua connotazione “internazionale” il modus operandi, dal quale non possiamo prescindere!

L’internazionalità dell’Associazione fa sì che i soci di tutto il mondo seguano gli stessi scopi e lo stesso codice etico. L’internazionalità ci accomuna e unisce; l’internazionalità abbatte tutte le barriere e annulla le diversità!

Dobbiamo perseguire il bene della collettività soprattutto oggi, in questo momento storico in cui è in corso una “de-valorizzazione” dei principi di correttezza, dove il valore e il riconoscimento di quello che facciamo sembra valutabile solamente in termini economici e di mera utilità.

Dobbiamo “essere leader globali nella comunità e nel servizio umanitario” impegnandoci, sia nei club che nel distretto, esserci fattivamente e non a parole, dando “modo ai volontari di servire, soddisfare i bisogni umanitari, incoraggiare la pace e promuovere comprensione internazionale tramite i Lions Club”.

Con l’augurio che questa annata possa essere ricca di soddisfazioni, spero di potervi incontrare quanto prima tutti.

Eddi Frezza 
Presidente del Consiglio dei Governatori 2022 – 2023

 

Scroll to top