I Lions

La “International Association of Lions Clubs” oggi conta oltre 1.450.000 associati in 210 Paesi; è la prima Associazione di servizio del mondo, come tale riconosciuta anche dalle Nazioni Unite. Ma quando è nata, ad opera di chi, e perché?

Era il 1917: un giovane assicuratore di Dallas, Melvin Jones, fece una riflessione: “Sono convinto che non si potrà andare molto lontano se non si comincia a fare qualcosa per gli altri”.

Da questo semplice pensiero nacque la nostra Associazione, che qualche anno dopo si dotò di un motto, ancora oggi rappresentativo della nostra missione: “We Serve”, cioè servire la comunità.

Pochi mesi dopo, l’8 ottobre 1917, fu convocata la prima Convention, a Dallas, dove vennero stabiliti i princìpi fondanti della nuova Associazione; fu scelto un emblema, al centro la lettera “L”, contornata dal profilo di due leoni: uno rivolto all’indietro, per ricordare di imparare dal passato, e l’altro che guarda al futuro. Fu coniato l’acronimo L.I.O.N.S., ovvero: “Liberty, Intelligence, Our Nation’s Safety”, cioè Libertà, Intelligenza, Sicurezza della nostra Nazione.

Nella Convention dell’anno successivo, svoltasi a Saint Louis, Missouri, furono varati quelli che da sempre sono considerati i cardini dell’Associazione: il “Codice dell’Etica” e gli “Scopi del Lionismo”.

Nel giro di pochi anni l’Associazione si espanse in Canada, Australia, Nuova Zelanda, Portorico; quindi negli Stati del’America Centrale e Meridionale. Dopo la seconda guerra mondiale, nel 1948, il Lionismo sbarcò in Europa: nel giro di pochi mesi nacquero i primi Lions Club in Svezia, Svizzera e Francia.

Nel 1968 è stata costituita la “Lions Clubs International Foundation - LCIF”  per dare maggiore impulso alla Missione del Lions Clubs International e poter sostenere i progetti dei Lions. Nel 2017 la LCIF raggiunge il traguardo di 1 miliardo di USD assegnati a favore delle attività umanitarie dei Lions.

Quando si clicca, questo video viene caricato dai server di YouTube. Vedere Privacy e Cookie per i dettagli.

Il Lionismo in Italia. Il primo Club fu sponsorizzato dal L.C. Lugano nel 1951; fu denominato “Lions Club Milano”. Oggi i soci nel nostro Paese sono più di 40.000.

In origine il Lionismo fu un fenomeno sostanzialmente elitario: si cercava di accogliere nei Club importanti personalità dell’industria, della diplomazia e di altri settori della società civile e militare. L’attività dei Club era di tipo benefico-assistenziale: era un “Lionismo di risposta”, che subì una costante evoluzione fino agli anni settanta, quando divenne “Lionismo di proposta”. Ciò significò una svolta culturale e operativa del Lionismo Italiano: si dette più importanza alla disponibilità al servizio che allo status sociale dei Soci. L’impegno dei Lions si rivolse sempre più verso l’individuazione dei bisogni e delle carenze della collettività, e quindi alla ricerca delle possibili soluzioni. Il tutto in collaborazione con la Pubblica Amministrazione, fungendo da stimolo, affinchè le Istituzioni si prendessero carico dei problemi evidenziati dai Lions, e quindi proseguissero affiancando i Lions in tali iniziative. L’indirizzo odierno è teso verso la riscoperta dei valori della solidarietà e della tolleranza, come si evince dalle migliaia di service portati a termine dai Club italiani, sempre più spesso di concerto con le Amministrazioni Pubbliche.

Chi sono dunque i Lions oggi? Sono uomini e donne liberi, che si associano e si riuniscono volontariamente, rispettosi della dignità umana, con un senso di comprensione, di solidarietà, di amicizia, di aiuto reciproco. Ci si rivolge ai bisogni del territorio, ma non solo, perché gli interventi dei Club italiani oggi spaziano in tutti i continenti; sono presenti, da soli, in gruppi o in sintonia con le strutture mondiali dell’Associazione, dove c’è bisogno di curare la vista o vaccinare i bambini contro il morbillo, aprire pozzi di acqua potabile o assistere con tempestività le vittime di calamità naturali. In altre parole, si adoperano per individuare e avviare alla soluzione i problemi connessi alla qualità della vita.

Le attività di servizio dei Lions ricadono in cinque grandi aree: Ambiente, Comunità, Giovani, Salute e Scuola. A ciascuna di esse è dedicato un apposito e-book che è possibile consultare e scaricare dai rispettivi link.

Dichiarazione della visione

Essere il leader mondiale nel servizio comunitario e umanitario.

Dichiarazione della missione

Dare modo ai Lions Clubs, ai volontari e ai Partner di migliorare la salute e il benessere, rafforzare le comunità, supportare le persone bisognose tramite servizi umanitari e contributi di impatto globale, e incoraggiare la pace e la comprensione internazionale.

Finalità di Lions International

  • Organizzare, fondare e sovrintendere i club di servizio noti come Lions club.
  • Coordinare le attività e rendere standard l’amministrazione dei Lions club.
  • Creare e promuovere uno spirito di comprensione e d’intesa fra i popoli del mondo.
  • Promuovere i principi di buon governo e buona cittadinanza.
  • Partecipare attivamente al bene civico, culturale, sociale e morale della comunità.
  • Unire i club con i vincoli di amicizia, fratellanza e comprensione reciproca.
  • Fornire un luogo per aperti dibattiti su qualsiasi tema di interesse pubblico, con l’eccezione della politica di parte e del settarismo religioso.
  • Incoraggiare le persone predisposte a servire la comunità senza alcun vantaggio personale economico, incoraggiare l’efficienza e promuovere alti valori di etica nel commercio, nell’industria, nelle professioni, nelle attività pubbliche e in quelle private.

Codice etico Lions

  • Dimostrare con l’eccellenza delle opere e la solerzia del lavoro la serietà della vocazione al servizio.
  • Perseguire il successo, chiedere le giuste retribuzioni e conseguire i giusti profitti, ma senza pregiudicare la dignità e l’onore con atti sleali ed azioni meno che corrette.
  • Ricordare che nello svolgere la propria attività non si deve danneggiare quella degli altri; essere leali con tutti, sinceri con se stessi.
  • Ogni dubbio circa il proprio diritto o pretesa nei confronti di altri deve essere affrontato e risolto anche contro il proprio interesse.
  • Considerare l’amicizia come fine e non come mezzo, nella convinzione che la vera amicizia non dipende dai servizi resi o ricevuti, ma che la vera amicizia non richiede nulla se non accettare il servizio nello con lo stesso spirito con cui viene fornito.
  • Sempre adempiere ai propri obblighi di cittadino nei confronti del proprio paese, del proprio stato e della propria comunità e agire con incessante lealtà nelle parole, negli atti e nelle azioni. Donare loro spontaneamente lavoro, tempo e denaro.
  • Essere solidali con il prossimo offrendo compassione ai sofferenti, aiuto ai deboli e sostegno ai bisognosi.
  • Essere cauti nella critica, generosi nella lode, sempre mirando a costruire e non a distruggere.

Scopri i Lions con "Citofonare Lions" su Radio RBS

Molto più di una semplice WebRadio, Radio RBS è online 24 ore su 24, alternando rotazioni musicali a programmi in diretta e dj-set. Con la rubrica "Citofonare Lions" condotta da Paolo Giglio e Valeria Vanetti puoi conoscere vari aspetti della nostra associazione dalla viva voce di alcuni suoi esponenti. Ascolta qui di seguito le registrazioni:

Claudio Sabattini

Presidente del Consiglio dei Governatori 2023-24

Claudio Chiarenza

Governatore 2023-24 del Distretto 108IB4

Miriam Mapelli

Coord. Service 2023-24 del Distretto 108IB4

Paolo Caimano

Coord. Soci 2023-24 del Distretto 108IB4

Jacopo Giuliani

Coord. LCIF 2022-25 del Distretto 108IB4

Rossella Vitali

1' Vicegovernatore 2023-24 del Distretto 108IB4

I Leo

Parlano i rappresentanti dell'organizzazione under 30 di Lions International

Enrico Pons

Presidente SELEGGO ETS
I Lions italiani per la dislessia


Intervista al Governatore Claudio Chiarenza e al 1' Vice Governatore Rossella Vitali su Radio Canale Italia:

Quando si clicca, questo video viene caricato dai server di YouTube. Vedere Privacy e Cookie per i dettagli.
Lions International
Lions Clubs International
Distretto 108Ib4
Milano Città Metropolitana
Corso Lodi 8/C, 20135 Milano
CF 97164550150
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram