Un primo grande risultato

Di fronte alla grave emergenza sanitaria che il Paese sta vivendo anche i Lions italiani si stanno attivando su diversi fronti per cercare di lenire le grandi sofferenze di questi giorni. La sede centrale di Chicago ha donato, tramite la Fondazione Internazionale (LCIF), 350.000 dollari per l’acquisto di ventilatori polmonari destinati alla cura dei contagiati dal coronavirus. Le attrezzature saranno messe a disposizione degli ospedali delle aree maggiormente colpite dall’epidemia, in accordo con le Autorità Sanitarie italiane.

Si tratta di un primo intervento a livello nazionale deciso dal Consiglio dei Governatori, che rappresenta i 40.000 Lions italiani; seguiranno altre donazioni di ventilatori polmonari acquistati con la raccolta fondi aperta ai contributi volontari di tutti i cittadini. Il cc del Multidistretto Lions Italia è:
IBAN IT03T0521603222000000000945
con la causale “Progetto ventilatori polmonari

L’iniziativa segue inoltre tutte le donazioni di attrezzature e denaro fatte localmente dai singoli Lions Club (1.350 distribuiti sull’intero territorio), con un importo complessivo, ancora in fase di quantificazione, che supererà il milione di euro.

La Fondazione Lions, nata nel 1968, ha l’obiettivo di sostenere l’impegno dei Lions al servizio delle comunità, sia a livello locale sia globale, attraverso progetti umanitari e contributi finanziari. Nella sua attività ha erogato contributi per oltre 1 miliardo di dollari, finanziando più di 15.000 progetti in tutto il mondo.

L’impegno dei Lions italiani non si è fermato a questo. Molti medici hanno accolto l’invito della Protezione Civile a mettersi a disposizione per far fronte all’ingente sforzo degli operatori sanitari in prima linea nella cura alle persone vittime del coronavirus. Ma l’impegno Lions nella lotta al Covid-19 continua.

 

Tags

Scroll to top